Villa Amoretti

Post di Rossana De Simone

12976635_1706935636221243_574946459_n

Settembre, si sa, è il mese dei nuovi inizi e delle scoperte, ed anche noi di Biblioteche Off, dopo la pausa estiva, vi riaccogliamo con una rubrica nuova con la quale vogliamo portarvi con noi a scoprire i luoghi della lettura.

 Iniziamo il nostro personale tour delle biblioteche più belle, quelle che durante i nostri viaggi ci hanno sorprese e stupite e ci hanno entusiasmate al punto che abbiamo pensato che posti così belli meritassero di essere conosciuti da quanta più gente possibile. Perché se è vero che anche l’occhio vuole la sua parte, le biblioteche non sfuggono a questa regola: quante volte vi è capitato di entrare in una biblioteca ed innamorarvene a prima vista, senza aver neanche avuto bisogno di dare uno sguardo alle sue collezioni ed aver potuto sperimentare i suoi servizi, che in effetti sono in realtà gli elementi che costituiscono la ragione di esistenza dell’ edificio stesso? Ci piacerebbe attraverso Libraries and other stories, riuscire a coniugare entrambi gli aspetti e farvi arrivare sia la bellezza estetica delle biblioteche sia quella più sottile che arriva  dalle possibilità che la biblioteca offre.

Ci è sembrato doveroso iniziare il tour dai luoghi più vicini a noi, e probabilmente più facilmente raggiungibili dai nostri lettori (non vi conosciamo tutti, ma sappiamo che molti di voi vivono a Torino!)

Fra le biblioteche torinesi, abbiamo avuto un vero e proprio colpo di fulmine per Villa Amoretti.

facciata

La facciata con doppio scalone (credits: BCT)

La biblioteca si chiama così perché l’edificio che la ospita è nato nella seconda metà del Settecento come residenza della famiglia torinese Amoretti, appunto, e  della villa originaria conserva ancora la fisionomia, a partire dalla facciata. Nell’Ottocento è passata ai conti Rignon, dai quali prende il nome il bel parco nel quale la Villa è immersa, e nel 1970 villa e parco sono stati acquistati dal Comune di Torino, che si è occupato di realizzare un primo restauro e la ristrutturazione di molti ambienti, in modo che potessero accogliere la biblioteca, che fu inaugurata nel 1977. Nei primi anni del Duemila altri lavori di riqualificazione del complesso hanno visto la realizzazione di un nuovo padiglione sul retro della Villa, collegato ad essa ma chiaramente distinguibile.

Jpeg

Il nuovo padiglione, visto da Parco Rignon

Ed infatti, una volta varcato il sontuoso ingresso, è proprio la commistione tra aulicità e modernità che ci sorprende: il punto informazioni e prestito, come anche l’ area audiovisivi e quella ragazzi, si trovano nella villa, quindi siamo circondati da parquet, alte porte in legno antico, pareti decorate con pitture e tessuti ed elementi decorativi di legno intarsiato…si respira davvero un’ aria di nobiltà! Al piano interrato, raggiungibile con un ascensore circolare molto moderno, troviamo due sale per incontri e conferenze ed un laboratorio informatico per corsi  e laboratori.

Il vero fiore all’occhiello della Villa  è poi il salone aulico, completamente affrescato e con soffitti alti ed ariosi, che viene utilizzato per ospitare le mostre temporanee che mensilmente hanno luogo nella biblioteca.

Jpeg

Non abbiamo resistito dal fare decine e decine di foto a questa sala!

13782011_10210302808430906_7449789353789272386_n

 Questa stanza da sola vale la visita alla Villa, ma le sorprese non sono affatto finite!

 Attraversando il corridoio vetrato che collega il corpo antico a quello nuovo si passa infatti prima davanti ad un piccolo atrio esterno, attrezzato con poltroncine ed utilizzabile per le attività all’ aperto e poi, attraversata la zona degli uffici…meraviglia!!!

04_interno_con_vista

La sala lettura si apre davanti ai nostri occhi come un giardino rigoglioso. Il padiglione nuovo infatti, è spaziosissimo ed ha tre lati completamente vetrati, e l’effetto che abbiamo è quello di essere totalmente immersi nella pace del parco! In questa sala trovano posto gli scaffali con i libri ( consultabili direttamente dai lettori), le postazioni per navigare su internet, il banco prestiti, e tante sedie, tavoli e poltrone per poter leggere o studiare. E quella di sedersi in questo spazio incredibile, in cui le pareti davvero scompaiono ed abbiamo l’impressione di trovarci in una biblioteca-giardino, che cambia colore ed atmosfera al cambiare delle stagioni, è una sensazione rilassante e sorprendente al tempo stesso.

Jpeg13686766_10210302793070522_9007647161583465837_nJpeg

E’ finita qui?  Non ancora: dove sono giornali e riviste?…Nell’aranciera! Un agile edificio semicircolare, esterno alla Villa, costruito tra Ottocento e Novecento per riparare le piante di agrumi durante l’ inverno. Ovviamente ora è stato completamente ristrutturato, restaurando le grandi vetrate in modo da lasciare, anche per questo spazio, la compenetrazione tra interno ed esterno ed offrire ai lettori una bellissima luce naturale.

Jpeg

L’aranciera si raggiunge tramite un vialetto che attraversa Parco Rignon

13645118_10210302788790415_8026219059242294891_n

ara

Credits: BCT

Le riviste ed i giornali leggibili sono tantissimi e ce n’è davvero per tutti i gusti.

Jpeg

Anche per quanto riguarda i libri della biblioteca, i generi che troviamo sono i più vari, dalla narrativa alla saggistica, dalle guide ai manuali, ogni lettore troverà certamente quello che gli serve. I servizi di questa biblioteca, come per quasi tutte le biblioteche pubbliche, sono completamente gratuiti, come anche il tesseramento e la partecipazione ai corsi, alle presentazioni ed ai gruppi di lettura.

Jpeg13775928_10210302783710288_556636346686786488_n

 Villa Amoretti inoltre, facendo parte del sistema bibliotecario delle Biblioteche Civiche Torinesi, è inserita all’ interno del servizio di interprestito, il che vuol dire che i libri che si trovano presso una qualsiasi delle sedi possono essere presi in prestito e restituiti indifferentemente in una sede o in un’ altra.  Ma di questo…vi parleremo più avanti 😉


Se volete più informazioni su questa biblioteca ed i suoi servizi, qui trovate il link al sito!

Annunci

2 pensieri su “Villa Amoretti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...