#Lottomarzo dei libri

Celebriamo questo otto marzo attraverso il mezzo nel quale crediamo più di tutti: la diffusione della cultura e della lettura come strumenti per la crescita e l’emancipazione delle donne come degli uomini. Per l’occasione vi presentiamo la nostra selezione di raccolte di ritratti femminili, ai quali ispirarsi e fare riferimento non solo un giorno all’anno.

STORIE DELLA BUONANOTTE PER BAMBINE RIBELLI DI ELENA FAVILLI E FRANCESCA CAVALLO

(MONDADORI, TRADUZIONE DI LOREDANA BALDINUCCI )

bambine.jpg

Credits: Elena Favilli

“Alle bambine ribelli di tutto il mondo: sognate più in grande, puntate più in alto. Lottate con più energia. E, nel dubbio, ricordate: avete ragione voi”: con questa dedica si apre questo libro illustrato di recentissima uscita in Italia e dichiaratamente pensato per offrire alle bambine dei modelli femminili positivi che le aiutino a crescere senza stereotipi di genere. Le cento favole del libro hanno come protagoniste altrettante «donne straordinarie del passato e del presente» come Rita Levi Montalcini, Serena Williams, Frida Kahlo… Donne che si sono distinte nel loro campo ed hanno fatto la storia solo grazie all’intensità del loro impegno ed alla forza dei propri ideali. Ogni favola è accompagnata dal ritratto della protagonista, e le illustrazioni sono state realizzate da sessanta artiste provenienti da tutto il mondo.

UNA DONNA DI SIBILLA ALERAMO

(FELTRINELLI)

aleramo-900

Scrittrice, poetessa, femminista, impegnata nel progetto di alfabetizzazione “Scuole dell’Agro Romano”, la piemontese Sibilla Aleramo (pseudonimo di Rina Faccio) non è tra le intellettuali più lette oggi. Ma a inizio Novecento il suo romanzo autobiografico “Una donna” ha avuto un grandissimo successo. In questa sua prima opera troverete la giovane Lina, vittima di uno stupro, costretta a un matrimonio riparatore con l’uomo che l’ha violentata. Moglie e madre, la protagonista non avrà una vita facile. Come reagirà? Secondo noi, con grande coraggio.

ANARCHICHE. DONNE RIBELLI DEL NOVECENTO DI LORENZO PEZZICA

(SHAKE EDIZIONI)

IMG-blog lottomarzo

Donne anarchiche, sostenitrici di ideali di giustizia sociale e libertà individuale, ce ne sono sempre state. Nonostante ciò, ancora oggi queste figure colte, aristocratiche o operaie, editrici, poetesse, giornaliste, militanti, sono poco conosciute o per lo più dimenticate dai libri di storia “ufficiali”. Il libro di Pezzica, storico e archivista milanese, riempie questo vuoto raccontando la vita appassionante e scandalosa di quindici donne ribelli del secolo scorso, capaci di uno sguardo davvero anticonformista per il loro tempo. Ora più che mai è il caso di seguire il loro esempio, scendere in piazza e cantare a gran voce le parole di una nota canzone: “La bella che è addormentata,/ lalalà, lalalà, lalalà,/ ha un nome che fa paura,/ libertà libertà libertà”.

DONNE DI ANDREA CAMILLERI

(RIZZOLI)

CAMILLERI

Sono trentanove le donne a cui Camilleri rende omaggio in questa deliziosa raccolta. Trentanove figure femminili, personaggi della mitologia classica o protagoniste dei grandi romanzi, ma anche tante donne realmente esistite e che hanno fatto parte della vita dello scrittore, sono in questa antologia magistralmente descritte nei loro tratti più peculiari. I ritratti di grandi donne del passato, quali Giovanna d’Arco, l’imperatrice Teodora, Elena di Troia, Beatrice Portinari si alternano a quelli di donne comuni, ma non meno fiere e coraggiose, primo fra tutti quello di Elvira Capizzi in Fragapane, l’amata nonna materna «colei che – dice Camilleri – ha saputo aprire la mia fantasia e a lungo m’ha aiutato ad esercitarla». Quello filtrato dallo sguardo dell’autore è dunque un universo femminile costellato da figure diversissime, ma ognuna, a suo modo, straordinaria e indimenticabile. «Angelica, Carmen, Helga, Inés, Nora, Xenia… Le ho amate tutte, per un’ora o per sempre. Alcune con grazia, altre con irruenza, altre ancora le ho solo immaginate. Senza di loro, non sarei stato io».

Se ti sono piaciuti i nostri consigli leggi anche:

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...